WebP, immagini performanti per migliorare il tuo sito - Creare Creatività

WebP, immagini performanti per migliorare il tuo sito

Uno dei principali motivi per cui un sito in WordPress può apparire lento nei caricamenti, è l’eccessivo peso delle singole immagini caricate al suo interno, che possono andare a influire in maniera sostanziale sulla velocità e sul posizionamento.

A prescindere dalla dimensione (che potremmo scrivere un’articolo a parte), quando andiamo a caricare un’immagine sul nostro sito web la prima domanda che ci poniamo è… jpg, png o gif?

Beh la risposta potrebbe essere WebP.

Cos’è il formato WebP?

Il WebP, è un formato di immagine sviluppato e rilasciato da Google il 30 settembre 2020 che garantisce un livello di compressione con una perdita grafica di 24 bit sul web e successivamente è stato ampliato con una modalità di compressione senza perdita di dati, trasparenza e animazioni.

Le immagini in WebP sono circa il 26% più leggere rispetto a un PNG e 34% in meno di un JPEG a parità di qualità.
Sostanzialmente andremo ad avere, un’immagine più leggera ma con nessuna differenza visiva, rispetto ad un PNG o JPEG della stessa qualità e dimensione.

Quali sono le caratteristiche del WebP?

Come scritto poco sopra, secondo le infomazioni rilasciate da Google il WebP, permette un risparmio di peso di circa il 30% rispetto ai colleghi PNG e JPEG.
Infatti, al contratio del JPEG che permette una compressione con perdita di dati e un PNG senza perdita di dati, il WebP punta ad avere entrambe le caratteristiche e quindi avere una maggiore perdita di dati, senza però andare a perderne di qualità grafico/visiva.

Le proprietà di compressione che contraddistinguono del Webp sono:

  • Compressione (con perdita di dati)
  • Compressione (senza perdita di dati)
  • Trasparenza: il canale alfa a 8 bit, può essere utilizzato anche in caso di compressione RGB con perdita di dati.
  • Metadati: WebP può contenere metadati EXIF e XMP generati tipicamente dalle fotocamere.
  • Profilo di colore: il formato di Google può contenere profili ICC incorporati (set di dati che descrivono lo spazio cromatico).
  • Animazioni: il formato WebP consente la memorizzazione di sequenze di immagini.

Perchè il WebP è meglio?

Possiamo rispodere a questa domanda in tre punti:

  1. La risposta è molto semplice, il WebP essendo un formato che permette di ottenere immagini più leggere, garatisce la realizzazione di siti più snelli che permettono una UX (user experience) migliore e più veloce.
  2. Più snello e veloce è il tuo sito web, più Google può premiarti nel posizionamento della SERP. Google è sempre attento all’esperienza utente di un sito web
  3. È un formato molto gradito dai fotografico che utilizzano i loro scatti in grande formato da caricare nei siti web. Più grande è un’immagine più il peso aumenta, in questo caso il WebP aiuta molto nella compressione e nel peso.

Come posso convertire un’immagine in WebP?

È possibile convertire praticamente quasi tutti i formati fotografici in webp (perfino le GIF animate).
Per quest’operazione ci vengono in soccorso molti tools gratuiti online che permettono la conversione automatica con un semplice drag and drop.

Vi segnalo di seguito i due che ritengo personalmente più valido:

Nel caso invece siate fotografi, grafici o semplicemente vi piaccia dilettarvi con Photoshop, lo stesso Google mette a disposizione un Plugin aggiuntivo da integrare a Photoshop (sia per Mac che Windows) che permette di:

  • Aprire i formati Webp e modificarli
  • Convertire da un formato “x” a WebP
  • Convertire da WebP al formato desiderato

Potete trovare il tool e le istruzioni per installarlo a questo link:
https://developers.google.com/speed/webp/docs/webpshop

Posso importare le foto in WebP su WordPress?

Certo che si, l’unico limite è che non possiamo limitarci a caricare le immagini in WebP su WordPress come un normalissimo JPEG visto che non tutti i browser (Chrome escluso) supportano il formato WebP nella sua completezza.

Vi starete chiedendo quindi come fare?

Per questo motivo ci vengono in soccorso alcuni plugin, che ci permettono di convertire nel formato WebP le foto caricare fornendo l’immagine originale a chi visita il sito con un browser che non supporta il WebP e viceversa mostrare il WebP a chi utilizza il browser a chi lo supporta.

Esempio:
Convertirà il JPEG in WebP e utilizzerà il WebP per chi visita il sito ad esempio con Chrome e Firefox e al contrario mostrerà il file in JPEG ai visitatori che utilizzano browser come Safari o che non supportano il WebP

I plugin che mi sento di consigliavi per questo tipo di conversione sono:

testateli e ditemi il vostro preferito!

Potrebbero interessarti anche:

Contattami se hai qualche domanda o per richiedere un preventivo.

Nome*

Email*

Messaggio

(*) Per poter inviare la tua richiesta devi accettare l'utilizzo dei tuoi dati secondo le privacy policy di questo sito web.
Ho letto e accetto le Privacy Policy